Se oltre alle 24h della giornata potessi averne di più, quante ore aggiungeresti? Ci hai mai pensato?

Di quante ore extra avresti bisogno per fare tutte le cose che vorresti? Due? Cinque? Forse sei sarebbero sufficienti. Così finalmente avremmo una giornata fatta da 30 ore ogni giorno. E riusciremmo a dormire di più e fare anche un po’ di sport, e avremmo del tempo libero da passare con la famiglia e gli amici. All’inizio. Poi una volta abituati ai ritmi della giornata, torneremmo al problema iniziale, sperando di poter allungare ancora di qualche ora la nostra giornata.

Perchè delle sei ore extra, finiremmo forse per usarne tre per fare un po’ di straordinari al lavoro e guadagnare qualcosa in più, e le altre tre non ci basterebbero comunque per fare tutto il resto.

man leaning his face on his left hand

Per trovare una soluzione a questo problema bisognerebbe fare un passo indietro ed ammettere che non sappiamo gestire il nostro tempo al meglio.

Anche perchè fin da piccoli le ore delle nostre giornate erano scandite da attività come scuola, corsi, lezioni e tempo in famiglia, sulle quali non avevamo molto potere decisionale. E crescendo le cose non sono migliorate, in poche parole, nessuno ci ha mai insegnato a gestire il nostro tempo.

E perchè non iniziare adesso?
Questa è stata la domanda che mi sono fatta, sapendo soprattutto che il mio benessere fisico e mentale dipende dalle scelte che prendo ogni giorno. E di scelte, secondo gli studi, ne prendiamo a centinaia ogni ora.

Quindi ho preso carta e penna e ho scritto un elenco di cose che vorrei fare ogni giorno, un altro elenco di cose che mi piacerebbe iniziare a fare, e poi un elenco di cose che vorrei smettere di fare (o ridurre).

E questo è quello che ne è venuto fuori:

  • 5 ore Lavorare
  • 2 ore Mangiare (2-3 pasti al giorno)
  • 3 ore Muovere il corpo (giocare col cane, fare pulizie, partita con gli amici, attività fisica, passeggiata, bicicletta, ballare ecc.)
  • 4 ore Interessi e Relax (studiare qualcosa che mi appassiona, leggere, scrivere, suonare, disegnare, qualsiasi hobby, migliorare l’inglese ecc.)
  • 1 ora la mattina appena sveglia per prepararmi alla giornata (con meditazione, stiramenti del corpo, lavarmi e vestirmi..) Questa attività l’ho chiamata Welcome.
  • 8 ore di Sonno.

E secondo questi calcoli, togliendo le 8 ore in cui dormo, userei 15 ore della mia giornata, e ne avrei ancora una extra di margine.

Raggiungo così 16h di massima produttività ed efficacia nel fare quello che mi fa stare bene.
8 ore di sonno e 16 produttive al 100%. Nasce così il Metodo 8.16.

Ovviamente questa struttura della giornata è pensata per me, che sono una libera professionista e non ho un lavoro di 8 ore al giorno.

Ma il bello del Metodo 8.16 è che nella sua semplicità è estremamente flessibile.
Lavoro
77%
Mangiare
27%
Muovere il corpo
44%
Interessi e Relax
60%
Welcome
13%
Dormire
100%

Questo Metodo ci obbliga a fermarci un attimo e decidere le nostre priorità.

Se dobbiamo lavorare 8 ore al giorno, significa che le ore di attività per Muovere il corpo, magari da 3 diventano 2 e che le ore dedicate ad Interessi e Relax saranno 2 invece che 4.

Ma poter dedicare comunque due ore al giorno a noi stessi, ai nostri interessi o al semplice ozio rimane un bel traguardo per chiunque.

E se qualcuno ha testato che non ha bisogno di 8 ore di sonno, ma dormendone 6, si sente più riposat* al risveglio, allora le può ridurre e dare più spazio ad un’altra voce del Metodo 8.16.

E se una mamma che lavora vuole applicare questo Metodo, oltre alle 8 ore di sonno e alle 8 ore di lavoro, avrebbe 8 ore al giorno da organizzare con le proprie priorità, giocando con i figli (un’ora di Muovere il corpo) seguire una passione (due ore di Interessi e Relax) pulire casa (un’altra ora di Muovere il corpo) preparare cena (in poco tempo aiutandosi con i meal prep fatti una volta a settimana) e cenare con tutta la famiglia (un’ora in tutta tranquillità).

Penso che questo Metodo sia adatto a tutti. Tutti quelli che vogliono fare un cambiamento cosciente per migliorare il proprio stile di vita. Se pensi che sia impossibile da applicare, potresti averne davvero bisogno. Perchè il tempo è l’unica cosa che possediamo davvero. E dovremmo sfruttarlo al meglio.

Prima di mettere in pratica il Metodo 8.16, si può iniziare anche solo scrivendo una lista di priorità e di cose che vorremmo fare ogni giorno. Poi fare uno schema e provarlo per due giorni. Il terzo giorno si possono fare delle modifiche (magari di Welcome, mezz’ora è sufficiente per voi) e si aggiusta il tiro, rendendo il Metodo 8.16 vostro davvero.

Poi continuare altri cinque giorni e fare altre modifiche se necessario. Fino a raggiungere uno schema di giornata tipo, fatto su misura per voi, davvero sostenibile nel tempo.

É importante però rispettare tutte le Voci e dedicare a ciascuna il tempo che ritenete opportuno. Così facendo, ottimizzeremo il tempo delle nostre giornate senza avere la sensazione di star perdendo il tempo, o di non averne abbastanza e soprattutto senza senstirsi in colpa per quello che avremmo potuto o dovuto fare.

Le Voci del Metodo 8.16 sono:

Lavoro  …. ore

Mangiare …. ore

Muovere il corpo ….. ore

Interessi e Relax…. ore

Welcome …. ore

Dormire …. ore

E quelle azioni che non rientrano in nessuna Voce? Tipo fare la spesa? O accompagnare i figli a scuola? C’è sempre quell’ora extra di margine da sfruttare o la si può far rientrare in una delle Voci. Magari la spesa si può fare alla bottega vicino casa e si può andare in bici, per Muovere il corpo!) A tutto c’è rimedio e di soluzioni ed alternative ce ne sono davvero tante.


“Il tempo è una scusa. Quando si ama una cosa il tempo lo si trova.”

Dacia Maraini